Giano dell'Umbria, a caccia dell'oro rosso: presi mentre caricavano chili e chili di rame

Le manette sono scattate grazie alla collaborazione di un cittadino che si era accorto di alcuni movimenti sospetti di un furgone all'interno della zona industriale di Bastardo. In manette due marocchini pregiudicati

I Carabinieri delle Stazioni di Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo hanno arrestato due cittadini magrebini autori di un furto compiuto ai danni di un capannone industriale della frazione Bastardo di Giano dell’Umbria. I militari, grazie alla segnalazione di un cittadino che si era accorto di alcuni movimenti sospetti di un furgone all'interno della zona industriale di Bastardo, si sono subito portati immediatamente sul posto intercettando il veicolo proprio mentre stava facendo ingresso in un deposito di materiale ferroso.

Dalla successiva perquisizione del mezzo, a bordo del quale c'erano i due stranieri è stato rinvenuto vario materiale elettrico industriale e cavi di rame che, dai successivi accertamenti, risultava essere stato trafugato poco prima dal capannone. La refurtiva del valore di 1.500 euro è stata restituita al legittimo proprietario, mentre i due marocchini sono stati dichiarati in stato di arresto per concorso in furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento