Gheppio preso a fucilate dai bracconieri: ha un'ala spezzata e non si può operare

Il rapace soccorso dal Cras Enpa di Perugia: contro i bracconieri servono controlli rigorosi

Il Centro recupero animali selvatici Enpa di Perugia ha soccorso oggi un esemplare di gheppio gravemente ferito. Il veterinario della struttura e responsabile del Cras, Massimo Floris, ha riferito che l’animale è stato preso a fucilate da un bracconiere: i pallini – questo l’esito dei primi accertamenti – hanno causato una infrazione ossea agli arti inferiori.

Estrarre i pallini presenti nel corpo del gheppio è operazione non consigliata e nel caso specifico si cercherà un recupero dell’animale attraverso voliera esterna e riabilitazione, con la speranza che possa tornare alla vita libera.

“Purtroppo – spiega Floris – in questo caso non è possibile intervenire con una operazione chirurgia perché i rischi sarebbero troppo elevati. Cercheremo quindi di recuperare il gheppio attraverso in percorso di riabilitazione in voliera”.

Enpa chiede un giro di vite contro il bracconaggio prevedendo controlli severi e rigorosi. Episodi di bracconaggio come quello accaduto a Perugia, si verificano molto spesso non solo sul territorio della provincia, ma nel resto d’Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per un esemplare che siamo riusciti a soccorrere – commenta l’associazione - molti altri muoiono senza ricevere alcun tipo di aiuto o assistenza. E questo succede perché vengono colpiti e abbattuti senza che nessuno se ne accorga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento