Gesenu, il prefetto di Perugia revoca l'interdittiva antimafia: rimossi i commissari speciali

Nella serata di ieri, il Prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro, ha disposto la revoca delle informazioni antimafia a carattere interdittivo precedentemente emesse nei confronti di Gesenu, Gest ed Ecoimpianti

Niente più interdittiva antimafia per Gesenu. Nella serata di ieri, il Prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro, ha disposto la revoca delle informazioni antimafia a carattere interdittivo precedentemente emesse nei confronti di Gesenu, Gest ed Ecoimpianti.

Interdittiva antimafia Gesenu, il Tar respinge il ricorso: "Complesso quadro indiziario"

“I provvedimenti - spiega una nota della Prefettura di Perugia - sono stati adottati all’esito di un’articolata ed approfondita istruttoria, dalla quale è emerso il venir meno dei presupposti che avevano reso necessari i provvedimenti interdittivi, al fine di contrastare il pericolo di tentativi di infiltrazione mafiosa all’interno delle società interessate, nonché la nomina di amministratori straordinari per la gestione di contratti in essere con amministrazioni pubbliche, a garanzia della continuità di funzioni e servizi indifferibili, la cui interruzione avrebbe inciso gravemente su diritti fondamentali costituzionalmente garantiti”.

Scandalo Gesenu, il socio privato finisce in "minoranza": il nuovo ad è De Paolis

Scandalo Gesenu, cade la prima testa: dimissioni "irrevocabili" per l'amministratore delegato

Il Prefetto Cannizzaro ha disposto la revoca degli amministratori straordinari delle tre società e ha disposto l'avvio di apposite convenzioni con un istituto di credito per il deposito su conti correnti dedicati degli utili maturati nel corso delle gestioni commissariali.

"Accolgo con grande soddisfazione la notizia della revoca dell'informazione interdittiva antimafia per Gesenu e per le società Gest ed Ecoimpianti. Una notizia che è motivo di orgoglio per l'Azienda, il territorio e per la nostra città". Parole (e sospiro di sollievo) del presidente Luca Marconi.
"In questo difficile anno abbiamo continuato a svolgere il lavoro con serietà, puntualità e responsabilità; il confronto con la Prefettura di Perugia è stato altrettanto serio e responsabile, inoltre, con l’occasione voglio esprimere il mio apprezzamento per il Signor Prefetto Raffaele Cannizzaro in merito alla sua gestione della vicenda.  Il nuovo assetto aziendale di Gesenu ha contribuito, insieme alle altre azioni intraprese, al raggiungimento dell'obiettivo di ridare alla società la dignità che, anche grazie alla sua storia, merita ampiamente. Voglio ringraziare, in qualità di Presidente, il Consiglio di Amministrazione di Gesenu, l'Amministratore Delegato Stefano Farabbi, i lavoratori dell'Azienda ed il Comune di Perugia nella persona del vicesindaco Urbano Barelli per l'attività svolta e per l'impegno profuso in questo evento". E ancora: "Un particolare ringraziamento al Sindaco Andrea Romizi per aver contribuito concretamente ed umanamente al raggiungimento di questo traguardo, e alla famiglia Paoletti per aver creduto con fiducia in Gesenu. Aver superato questo difficile momento dimostra come sia possibile, per Gesenu, portare avanti il proprio progetto di attività e servizi rivolti al territorio senza mai distogliere l’attenzione e la cura necessarie per rendere la città di Perugia sempre più virtuosa".

La soddisfazione del Comune. Il Comune di Perugia, nella sua duplice veste di socio e committente, accoglie con soddisfazione la revoca dell’interdittiva antimafia che riguardava Gesenu. L’amministrazione comunale, con particolare impegno del vice sindaco Urbano Barelli, sin dall’inizio ha seguito in maniera attenta ed attiva l’evolversi della situazione al fine di salvaguardare la società, il suo patrimonio, i servizi erogati e i livelli occupazionali, il tutto a tutela della collettività.

“Voglio esprimere l’apprezzamento per l’attenzione ed il lavoro svolto dalla Prefettura di Perugia -ha detto il sindaco Romizi- ed in particolare al Prefetto Raffaele Cannizzaro va la gratitudine di tutta la città per le capacità, la professionalità e l’impegno profusi, anche in occasione della gestione e risoluzione di una così complessa vicenda. Un ringraziamento va anche a tutti gli organi e le istituzioni che a vario titolo si sono adoperati, ai commissari, e a Gesenu: al nuovo socio Gruppo Paoletti, al presidente Luca Marconi, al Cda con particolare riferimento ai membri di nomina pubblica Alessandra Fagotti e Alessandro Formica, all’ex amministratore delegato Dante De Paolis. Un particolare plauso va rivolto ai dipendenti Gesenu e alle loro rappresentanze sindacali, il cui impegno e competenza, nonostante le numerose difficoltà, non sono mai venuti meno, contribuendo al superamento di una situazione complessa e al mantenimento degli elevati livelli di qualità che connotano i servizi di gestione dei rifiuti del Comune di Perugia”.


 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento