Accade anche questo: due gemelli clandestini si scambiano l'identità per evitare denunce ed espulsioni

Sono arrivati da pochi mesi, senza documenti, eppure hanno creato già qualche grattacapo alla Polizia per via del loro trucchetto. Ma stavolta sono stati trovati insieme e smascherati

Essendo due gemelli identici sono riusciti per mesi ad ingannare la Polizia fornendo false generalità e scambiandosi l'identità. Tutto questo per evitare sia controlli, denunce e il rimpatrio coatto essendo clandestini. Ieri, tuttavia, è scattata la denuncia della Polizia nei loro confronti.

I fatti: sono passate da poco le quattro del pomeriggio quando la Volante di Perugia intercetta un gruppetto sospetto. L’attenzione degli agenti viene attirata da due persone in particolare: T.A. e M.A., tunisini del 1997. I due si somigliano come gocce d’acqua e sono privi di documenti, sicché si decide di condurli in Questura per identificarli.

Emerge così un quadro singolare: i gemelli, infatti, hanno il vizio di non indicare mai le loro esatte generalità alle forze dell’ordine. A volte inventano nomi di fantasia, ma più spesso, come è capitato ieri, ognuno fornisce il nome del fratello. Stavolta, tuttavia, il fotosegnalamento li ha inchiodati e li ha costretti a confessare agli agenti il loro trucco. Per i due, denuncia a piede libero per false dichiarazioni sulla propria identità a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

  • Incidente sulla E45, tir si ribalta e blocca la strada: un ferito, traffico bloccato

Torna su
PerugiaToday è in caricamento