Razzia di rame a Perugia, 160 chili di oro rosso rubati a un'azienda, ma i ladri tornano liberi

Il giudice ha accolto l'eccezione sollevata dalla difesa. La convalida era stata richiesta fuori dal termine delle 48 ore e nel rimetterli in libertà, ha rimandato gli atti al pm

Tornano liberi i ladri di rame arrestati dalla polizia per il reato di furto aggravato in concorso. I due, un giovane umbro di 27 anni e un israeliano di 37 anni, erano stati catturati nei giorni scorsi con 160 chili di cavi in rame prelevati da una ditta della zona di Perugia. Per gli indagati era stato fissato ieri il processo per rito direttissimo, ma il giudice Verola, nell'accogliere l'eccezione avanzata dalla difesa (avvocato Vincenzo Bochicchio)  non ha convalidato l'arresto. La convalida era stata richiesta fuori dal termine delle 48 ore e il giudice li ha rimessi in libertà, rimettendo gli atti al pubblico ministero. 

Tutto era partito dalla segnalazione alla polizia di un furgone bianco sospetto nella zona di Sant'Andrea delle Fratte.Prima della cattura da parte degli agenti, uno dei due aveva provato a scappare a piedi, “lanciandosi” dal furgone ancora in corsa. L'altro, invece, aveva tentato la fuga col mezzo. Catturati entrambi. E entrambi, ancora, denunciati anche per il possesso di numerosi attrezzi atti allo scasso, tra cui cacciaviti, martelli e tronchesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, salgono a 14 le vittime: nella notte è deceduto in ospedale un 59enne

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino medico regionale del 22 marzo: 522 contagiati, 16 le vittime accertate

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

Torna su
PerugiaToday è in caricamento