Trascina i genitori nel bar e aiuta il fidanzato a compiere il furto: presi

Parte del bottino è stato ritrovato a casa della giovane. L'altro complice, un amico dei due ladri, è stato invece scovato in un balcone di un'abitazione perugina

Il furto risale a domenica scorsa, quando il titolare di un bar di Monte Castello di Vibio è stato derubato mentre stava chiudendo il suo locale. I Carabinieri hanno, quindi, immediatamente aperto le indagini e ricostruito l’intera vicenda.

Secondo gli accertamenti svolti dai militari da diverso tempo, un ventenne tunisino irregolare, T.M.S., già conosciuto alle Forze dell’Ordine, aveva maturato il  proposito criminale di consumare un furto all’interno del bar. Per riuscire nell’impresa aveva però deciso di coinvolgere la fidanzata, una diciannovenne tuderte, P.G., e un coetaneo polacco, P.D.K., con il quale in passato già si era reso responsabile di altri delitti contro il patrimonio.

La sera di domenica, la giovane tuderte, insieme ai genitori, si era quindi recata nel bar per giocare alle slot machine. In quel lasso di tempo aveva comunicato telefonicamente i movimenti del titolare al fidanzato e al polacco.

Quando oramai nel locale erano andati via tutti i clienti, fatta eccezione di P.G. e dei suoi genitori, la giovane tuderte con lo scopo di distrarre il barist,a lo aveva chiamato nella sala slot, dando l’input al complice polacco di entrare nel bar e consentirgli così di mettere velocemente nelle borse l’incasso della settimana, ammontante a diverse migliaia di euro in contanti. Subito dopo il polacco, insieme al tunisino che lo attendeva fuori al bar, si era dato alla fuga.

I Carabinieri hanno prima individuato la ragazza, dove hanno ritrovato nella sua abitazione ben 3.900 euro. Poi a Collepepe hanno rintracciato il tunisino ed infine a Perugia, nascosto sul balcone di un’abitazione, hanno bloccato il polacco P.M.K.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento