Insospettabili ladri: madre e figlia fanno razzia di biancheria intima al supermercato

Le due donne, entrambe incensurate, sono state denunciate a piede libero per furto aggravato in concorso

Parte della spesa sul carrello, gli articoli più cari- quelli di biancheria intima- invece, nascosti in un borsone. E' accaduto ieri mattina, in un supermercato di Ponte Felcino, dove due donne italiane di 57 e 31 anni, rispettivamente madre e figlia, sono state scoperte e denunciate.

Da Ferro di Cavallo a Magione per rubare nelle scuole: la banda di mamma e figlia

Ponte San Giovanni, colpo al supermercato: beccati alla stazione con la refurtiva

Ad insospettirsi e a chiamare le Volanti sono stati gli addetti alla sicurezza del supermercato, dopo aver notato alcune "manovre" sospette delle due clienti. Giunti sul posto, i poliziotti hanno fermato le due donne e controllato il borsone che avevano con loro. All'interno sono stati scoperti alcuni articoli di biancheria intima per un valore di 170,00 € non presentati alla cassa per il pagamento. Accompagnate negli uffici della Questura, le due donne, entrambe incensurate, sono state denunciate a piede libero per furto aggravato in concorso.   

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

  • Crampi, come affrontarli e prevenirli

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento