Finto avvocato e finto maresciallo all'attacco: due arzilli nonni li cacciano da casa

Il finto avvocato e il finto maresciallo dei carabinieri - in pratica i soliti noti che operano a coppia nella truffa agli anziani - dopo aver beffato diverse persone a Perugia, avevano deciso di fare cassa spostandosi sul folignate. Ma sulla loro strada hanno trovato due arzilli vecchietti che li hanno smascherati e messi in fuga. I truffatori avevano chiesto diverse migliaia di euro ai pensionati per liberare dal carcere i rispettivi figli accusati di un omicidio dopo un grave incidente stradale. Ma sia l'86nne che il 75enne hanno risposto a dono ai due interlocutori ed hanno avvisato subito il 112 dei Carabinieri.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non sempre dunque vincono i truffatori anche grazie alla capillare informazione portata avanti dai Militari:  "E’ bene sottolineare che tale crimine viene posto in essere da vere e proprie bande specializzate organizzate i cui interlocutori si spacciano per: Avvocati; Operatori delle FF.OO.; Tecnici; Assicuratori; Dottori; Sacerdoti i quali facendo leva sulla influenzabilità delle vittime e soprattutto sulla loro solitudine, riescono a carpire, nel corso della conversazione telefonica tutte le notizienecessarie per porre in essere la truffa. Normalmente si presentano come persone gentili e loquaci".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento