Finto centro massaggi, vero bordello. I clienti ammettono tutto all'Arma: arrestata la titolare

Indagine a Foligno. Una ragazza schiavizzata: costretta a vendersi tutti i giorni dalle 10 della mattina fino a notte fonda

Foto di repertorio

All'apparenza un centro massaggi, nella realtà un bordello dove si consumava, su richiesta, del sesso a pagamento. L'ultimo centro irregolare, gestito da cinesi, arriva da Foligno dove sono entrati in azione sia i Carabinieri di Foligno, di Bevagna che il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Perugia. In manette è finita una 51enne cittadina della Repubblica Popolare Cinese, ritenuta responsabile di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini si sono concentrate su un centro massaggi ubicato su una delle principali arterie di Foligno, dove il relax poteva diventare a luci rosse, come pubblicizzato anche esplicitamente su alcuni noti siti di incontri sul web. I carabinieri hanno fermato molti clienti - provenienti anche da fuori regione - ed è emerso che oltre al normale massaggio, potevano ricevere dalle massaggiatrici, tutte di nazionalità cinese, un trattamento “particolare”, naturalmente dietro corrispettivo pagamento di una somma variabile dai 20 ai 50 euro a seconda della prestazione. Tutti i proventi, sia dei massaggi che dei trattamenti extra, venivano incassati esclusivamente dalla titolare.

Nel corso del blitz i Carabinieri, oltre ad accertare in flagranza di reato l’esercizio dell’attività di prostituzione all’interno del centro massaggi, hanno provveduto al sequestro dei locali, del denaro provento dell’attività, documenti contabili e del telefono cellulare con il quale venivano gestiti tutti gli appuntamenti con la clientela. Identificata una dipendente, sfruttata e costretta a prostituirsi dalle 10 alle 23 di ogni giorno, orario di apertura del negozio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento