Festa in "piscina" nel cortile di un condomino, inveisce contro gli agenti: condannata

Una ventina di persone avevano deciso di organizzare una festa nel cortile del condominio con tanto di piscina gonfiabile; all'arrivo degli agenti però "l'organizzatrice dell'evento" inizia ad aggredirli

Volevano organizzare una mega festa in via del Macello, con tanto di piscina nel cortile del quartiere, preventivamente sgomberato dalle macchine per far posto al gonfiabile. Ma per “l’organizzatrice dell’evento” le cose si sono messe male e per lei si è aperto un procedimento giudiziario conclusosi oggi. 

I fatti risalgono a qualche anno fa, è una calda serata di luglio quando i condomini iniziano a sentire schiamazzi e grida provenire dal cortile, è infatti in corso una “festa” tra ragazzi, che hanno deciso di riunirsi tutti insieme  per passare una serata in "allegria".

Vengono subito allertate le forze dell’ordine che si precipitano sul posto per verificare la situazione; gli agenti intanto procedono con l' identificazione dei presenti e cercano di riportare la calma. Alcune persone erano infatti  intente a montare la piscina in plastica, ma l’organizzatrice "dell'evento", di origini ecuadoregne,  alla vista degli agenti inizia ad inveire contro di loro. Infastidita infatti da quell’irruzione, si avventa contro uno di loro, lo afferra per un braccio e inizia a graffiarlo. Denunciata, per lei si è aperto un processo penale con la condanna in primo grado a otto mesi di reclusione, pena sospesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento