Stop alle vecchie materie scolastiche, per i bimbi nasce un nuovo modo di imparare

Il nuovo sistema si sta sviluppando a macchia d'olio in tutta l'Umbria

Il modo di insegnare cambia. Sempre più vicini alla natura per rispettarla e sapersene prendere cura. È con questo intento che le fattorie didattiche si moltiplicano in Umbria. Ultima new entry la Fattoria Didattica Società Agricola Capezzale srl di Petrignano fortemente voluta dal gruppo umbro Mignini & Petrini, leader in Italia nel settore mangimistico. Nei gironi scorsi la società agricola ha ottenuto il riconoscimento formale dal parte della Regione Umbria per operare come fattoria didattica, la numero 186. Con l’occasione è stata inaugurata l’aula didattica intitolata a Jenny Baduel, madre del cavaliere del lavoro Marino Mignini che, attualmente, a fianco del figlio Mario guida l’azienda di Petrignano.

Con quattro unità produttive strategicamente distribuite sul territorio nazionale (Perugia, Napoli, Bologna, Brindisi) ed un fatturato di oltre 130 milioni di euro, Mignini & Petrini rappresenta una delle più importanti realtà nel panorama mangimistico italiano. Il Gruppo non ha mai smesso di puntare sull’innovazione avendo come obiettivo quello di garantire un’alimentazione che favorisse benessere animale e salubrità delle produzioni zootecniche (latte, carne e uova) destinate all’alimentazione umana.

Il progetto “Allevare come una volta” e, oggi, l’attività della fattoria didattica sono parte di integrante di questa visione aziendale capace di coniugare in perfetta armonia rispetto per la natura e progresso scientifico. “Nella famiglia Mignini e nell’azienda – ha detto il sindaco Lunghi - i cittadini della nostra terra riconoscono un punto di riferimento. Anche attraverso l’esperienza della fattoria didattica è possibile dare un contributo alla ricostruzione del legame tre le giovani generazione e il mondo dell’agricoltura”.

Tra gli ospiti della cerimonia di inaugurazione anche l’assessore regionale dell’Umbria all’Agricoltura Fernanda Cecchini e il sindaco di Assisi Antonio Lunghi. “Già da qualche anno abbiamo avviato una attività di recupero dell’azienda agricola – ha sottolineato Marino Mignini – e ci siamo concentrati nel progetto Allevare Come Una Volta, partito cinque anni fa e teso al recupero e alla diffusione delle razze autoctone per valorizzare la storia e la tradizione gastronomica e sfuggire all'omologazione alimentare riscoprendo i sapori più genuini e autentici della biodiversità. Oggi facciamo un ulteriore passo in avanti offrendo ai visitatori, alunni delle scuole primarie e secondarie, la possibilità di scoprire il mondo delle tradizioni rurali attraverso il contatto diretto con gli animali, le piante, i mestieri degli agricoltori viste spesso solo sui libri”. “La fattoria didattica - ha ricordato l’assessore Cecchini - oltre a offrire la possibilità alle giovani generazioni di comprendere le dinamiche del ciclo alimentare fa capire anche l’importanza della genuinità e della qualità del cibo. A nome della Regione Umbria ringrazio l’azienda e la famiglia Mignini per quello che fa e che mette a disposizione della collettività”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento