Sostanze antidepressive per le cure dimagranti, imputati medici e farmacisti: in 11 rischiano il processo

Secondo l' accusa i medici avrebbero redatto ai pazienti prescrizioni galeniche “comprendenti sostanze farmacologicamente attive", autorizzate al commercio per la cura della depressione

Immagine generica

Sono undici i professionisti – tra medici e farmacisti – finiti nell’inchiesta dei Nas coordinata dalla procura di Perugia relativa a presunte prescrizioni e commercializzazioni di farmaci galenici per cure dimagranti. Il pm ha chiesto per tutti il rinvio a giudizio, ma la prima udienza preliminare dinanzi al gup è stata subito rinviata al prossimo 12 marzo 2019.

Secondo la pubblica accusa i medici inquisiti avrebbero redatto ai pazienti prescrizioni galeniche “comprendenti sostanze farmacologicamente attive, autorizzate al commercio per la cura della depressione” combinate con altre sostanze fitoterapiche potenzialmente tossiche destinate alla cure dimagrante".  Questo tipi di farmaci sarebbero stati prescritti senza che il paziente avesse sottoscritto il consenso informato e fosse consapevole che l’uso delle sostanze antidepressive fossero vietate, ai sensi dei decreti ministeriali del 2015, per la cura dimagrante.

Inoltre, sostiene l’accusa, le prescrizioni galeniche avrebbero riportato “la falsa indicazione terapeutica” e nella maggior parte dei casi i pazienti avrebbero ricevuto una doppia prescrizione “di cui una con l’indicazione delle sostanze fitoterapiche e l’altra con quelle antidepressive”. E questo, per la procura che ha chiesto il processo per gli undici gli imputati, “al fine di aggirare i decreti ministeriali che ne vietano l’uso per la cura dimagrante". Nell’inchiesta sono coinvolti anche quattro farmacisti perché avrebbero preparato e commercializzato i farmaci galenici con sostanze antidepressive vietate per la cura dimagrante. Gli imputati sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati: Alfredo Perugi, Riccardo Rossi, Cesare Carlini, Mauro Bigi. I fatti contestati agli imputati risalgono al 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento