Via Settevalli, ex mercato ortofrutticolo nel mirino: "Amianto degradato ed esposto all'aria: un pericolo per tutti"

Alle denunce del passato da parte di associazioni e cittadini, si aggiunge l'ultima - un vero e proprio dossier - da parte di Casapound: ecco cosa si trova e cosa accade in questa area un tempo pubblica e ora privata...

Amianto. Bivacchi di ogni tipo. Fuochi accesi di notte. Degrado e strani giri. Sono queste le problematiche che riguardano chi vive e lavora in via Settevalli all'altezza del vecchio mercato ortofrutticolo ora di proprietà di un fondo aziendale emiliano che ha ottenuto l'immobile dal comune di Perugia attraverso un bando di alienazione alcuni anni fa. Si tratta di un'area di oltre 3.500 metri che, se lasciata ancora a lungo in questo stato, come già denunciato da molti cittadini al Comune, mette in pericolo la salute degli stessi che frequentano la zona commerciale più popolosa della città a causa della grandissima superficie delle coperture in amianto in stato di sgretolamento in molti punti.

Il movimento politico Casapound, negli ultimi giorni, dopo le segnalazioni ricevute da alcuni del posto ha effettuato diversi sopralluoghi mettendo in piedi così un nutrito dossier sullo stato di salute e sui rischi derivanti da questo struttura ora privata.

"Ma ciò che preoccupa di più i residenti del quartiere e chi vi lavora - ha affermato il responsabile di CasaPound Antonio Ribecco - è la mal frequentazione della struttura, accessibile da più cancelli e con segni di bivacco all'interno dei locali, dimostrato dalle nostre fotografie con scarti di cibo, vestiti gettati a terra, feci umane, siringhe e merce provento di refurtiva, prova del fatto che avviene quotidianamente spaccio e uso di stupefacenti da parte di balordi, come ci è stato riferito e documentato durante il sopralluogo.

Casaponund ha chiesto al sindaco Romizi di attivarsi quanto prima "per un immediato intervento delle autorità competenti - ha conclusso Ribecco - per mettere o far provvedere alla messa in sicurezza delle vie di accesso all'area dell'ex mercato e sollecitiamo il comune ad agire in modo repentino e con forza per salvaguardare la salute e la sicurezza dei cittadini che vivono il quartiere, poiché c'è un alto rischio ambientale ma soprattutto un forte problema sociale, nonostante la questione sia passata per il consiglio comunale nel febbraio 2017."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento