"Ladro" di energia elettrica, ex Grifone sceglie i lavori socialmente utili

Il proprietario dell'immobile aveva sigillato il contatore, l'ex giocatore del Perugia l'aveva riattivato senza autorizzazione

Lo sportello di un contatore forzato, i sigilli rotti e l’energia elettrica che torna illuminare la casa. Un’azione che, però, non essendo il proprietario del contratto e del contatore, comporta una reazione, in questo caso penale, con denuncia per furto di energia elettrica.

Episodi che accadono spesso e che potrebbero non essere rilevanti ai fini della cronaca, ma a volte non è il reato in sé che giustifica l’articolo, ma i protagonisti.

In questo caso il “ladro” di energia elettrica e violatore di sigilli, è un ex grifone in contrasto con il titolare del contatore per la fornitura di energia elettrica. Rimasto senza corrente e con il contatore sigillato ha deciso di far valere le proprie ragioni in maniera autonoma, incorrendo nella denuncia.

Di concerto con il difensore, l’ex grifone ha chiesto di poter svolgere i lavori socialmente utili da svolgere presso onlus o associazioni di volontariato.

Potrebbe interessarti

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Cadavere a Fontivegge, identificato il corpo ritrovato nella notte

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento