Chiama l'ambulanza e si fa portare in ospedale, ma i poliziotti lo ritrovano al bar: arrestato per evasione

L'uomo, in regime di detenzione domiciliare, non aveva avvertito i poliziotti del suo ritorno dall'ospedale. Lo ritrovano al bar a bere un succo

Non si sente bene, chiama l'ambulanza, avverte le forze dell'ordine, ma poi in ospedale si allontana senza dire niente a nessuno. L'uomo, un tunisino di 30 anni, agli arresti domiciliari per rapina, è finito questa mattina davanti al giudice Loschi che ha convalidato l'arresto per evasione senza tuttavia inasprire la misura cautelare.

L'uomo, nella tarda serata di ieri, ha accusato un malessere dovuto ad alcuni problemi di salute di cui è affetto, chiamando un'ambulanza del 118 e allertando anche le forze dell'ordine dal momento che è in regime di detenzione domiciliare. Arrivato al pronto soccorso però, dopo circa una mezz'ora, ha deciso di andarsene. E' lo stesso personale del pronto soccorso a comunicare al 112 che lo straniera si è allontanato senza darne comunicazione, e questo prima di essere stato sottoposto a visita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti, dopo averlo cercato all'interno della sua abitazione, riescono a rintracciarlo in un bar nei pressi dell'ospedale intento  a bere un succo di frutta. Portato in Questura per tutti gli accertamenti del caso, è stato tratto trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo che si è svolto questa mattina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento