'L'Europa e la Shoah', incontro con i ragazzi del Liceo Alessi

La Gcil Spi Perugia ha organizzato stamane un'incontro con i ragazzi del Liceo Alessi per discutere della memoria e dell'olocausto in vista della 'Giornata della Memoria del 27

Il giorno della memoria è tutti i giorni, e per non dimenticare c'è bisogno di un percorso culturale che parte dai giovani, perchè nel corso della storia quel che è stato, non si ripeta mai più. Perugia è città attenta a questi temi e i ragazzi del liceo Alessi hanno dato vita questa mattina ad un incontro voluto dalla CGIL Perugia dal titolo "L'Europa e la Shoah. Parola alle nuove generazioni".

Un incontro in cui alcuni ragazzi hanno letto riflessioni, poesie e saggi. Letture in cui hanno fermato il tempo per imprimere nella memoria una delle pagine più buie della sotria dell'umanità. Alessandro e Matteo sono intervenuti sul significato della memoria e del ricordo come patrimonio dell'umanità e attraverso una lettera di un'ebrea olandese hanno testimoniato lo stato d'animo di una giovane donna a poche ore dalla deportazione.

Poi è stata la volta di Cesare che ha letto alcuni passaggi del saggio di Hannah Arendt 'La banalità del male', Antonio e Lucrezia hanno letto la poesia 'Il violinista di Aushwitz' di Moshé Liba, accompagnati da un loro compagno Michele Tremamunno al violino, momento questo che ha molto coinvolto la commossa platea. Dalila e Luke hanno poi letto alcune riflessioni pensate nelle proprie classi, affrontando con una criticità soprendente temi che fanno maturare le coscienze. "Dove è Dio? C'era la speranza e la fede ad Auschwitz?" domande che questi ragazzi hanno fatto proprie per dare risposte a loro stessi ma anche a chi non vuol capire. Ribedendo con forza che "La Shoah è la morte dell'uomo a tutti gli effetti"

Saul Meghnagi, presidente Istituto superiore per la formazione, ha voluto ribadire come le dimenticanze della nostra società portano a non aver capacità di accettare le differenze con le altre culture, e la convievenza viene annientata sfociando poi nella violenza che è poi quello che è accaduto con la Shoah.

Sono intevenuti tra gli altri Elvia Ricci segr. SPI Provincia Perugia, Patrizia Venturini segr. Camera del Lavoro Perugia e il Sindaco di Perugia Wladimiro Boccali. Durante la mattinata è stato proiettato un video sul viaggio verso la Polonia organizzato da Cgil e ass.Terra del Fuoco: 'Un Treno per non dimenticare'. Treno che ha portato 600 tra pensionati e studenti di tutta Italia in visita ai campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau e nel ghetto di Cracovia. Viaggio che il sindaco Boccali ha promesso di voler organizzare per un gruppo di cittadini perugini, perché il capoluogo umbro è sempre vigile riguardo questi argomenti. Da domani infatti cominceranno le celebrazioni che culmineranno con la "Giornata della Memoria" del 27 gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento