Elce, potatura delle piante: rientro a scuola in sicurezza per gli alunni

Scuola media Leonardo da Vinci all’Elce. Potatura robusta, anzi: robustissima

Scuola media Leonardo da Vinci all’Elce. Potatura robusta, anzi: robustissima. E pienamente motivata da una messa in sicurezza urgente e indilazionabile. Numerose piante d’alto fusto erano pericolosamente protese verso la scuola sottostante. Si tratta di lecci imponenti e qualche quercia: alberi piantati nella scarpata ai fini di un certo contenimento del terreno in forte pendenza.

Furono messi a dimora intorno agli anni Cinquanta, poco dopo la costruzione della chiesa parrocchiale di San Donato. Oggi i numerosi alunni di questa scuola ci passano sotto tutti i giorni, scendendo dalla stradina che fiancheggia l’accesso Onaosi di viale Antinori e prendendo la scalinata ecologica recentemente risistemata. Ci transitano anche quando vanno in cortile a fare un po’ di moto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste piante erano fortemente squilibrate e si protendevano verso l’edifico e la scala metallica d’emergenza. Bene ha fatto, dunque, chi di dovere a disporre  una gagliarda potatura per riportare in equilibrio statico quegli alberi. Qualche anno fa, nella parte inferiore verso via Torelli, precipitò una quercia colossale che produsse danni di notevolissima entità al tetto, alla scala di sicurezza, agli infissi. Dunque: meglio prevenire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento