Elce, regalo di Pasqua ai residenti: il parroco l'aveva detto e lo ha fatto, chi fa da sé...

Ed ecco che oggi, non gli operai dell’Agenzia forestale, ma una ditta privata, ha messo mano al lavoro

Regalo di Pasqua agli elcini. Il parroco di San Donato lo aveva promesso: se non ci pensa il Comune, faremo da soli, previa autorizzazione.

Il problema era costituito dalle piante di viale Orazio Antinori, specie quella parte di lussureggiante vegetazione che fronteggia la chiesa parrocchiale.

Qui un platano e un tiglio giganteschi erano ormai diventati un problema. Da anni se ne sollecitava la robusta potatura, ma senza ottenere risposte operative. Con la conseguenza che, in autunno e in inverno, uno spesso strato di fogliame copriva il sagrato e le scalette, rendendoli scivolosi con le piogge autunnali e costituendo un pericolo per i frequentatori delle liturgie.

Occorreva pulire tutti i giorni. Per non parlare dei rami che toglievano luce alle finestre alabastrine e superavano di parecchi metri il culmine dell’edificio. Insomma: necessità e urgenza cui non veniva dato seguito operativo. Da anni. Ed ecco che oggi, non gli operai dell’Agenzia forestale, ma una ditta privata, ha messo mano al lavoro. Con esiti assolutamente soddisfacenti. A conferma del vecchio adagio che sostiene quanto sia bello, e produttivo, il far da sé.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento