La bombola del gas dell'auto diventa la "cassaforte" di un tesoretto: scoperti 750 orologi contraffatti

Alla guida dell'auto c'era la figlia, sul sedile posteriore, il padre. Per entrambi si sono spalancate le porte del carcere

La bombola del gas per alimentare l’auto, trasformata in una cassaforte per nascondere un piccolo tesoretto. Sono 750 gli orologi con prestigiosi marchi, ma tutti contraffatti, rinvenuti nella vettura di due polacchi dopo che gli agenti della stradale di Todi hanno intercettato l’auto sospetta.

E’ accaduto lungo la E45: qui la polizia, decisa a fare un controllo sul mezzo, ha notato che sul sedile posteriore c’era un uomo che fino a quel momento era rimasto accucciato. Alla guida, invece, la figlia, di poco più che vent’anni. All’interno del mezzo gli agenti hanno trovato anche una radio ricetrasmittente, ma è nella bombola per l’alimentazione a gas dell’auto, per l’occorrenza modificata e trasformata in un vano, che è stato ritrovato il tesoretto contraffatto e custodito in 70 sacchetti di plastica.

Sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per possesso di oggetti con marchio contraffatto e ricettazione in concorso, sono stati accompagnati nelle carceri di Spoleto e Perugia a disposizione della procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento