Due espulsioni pesanti a Perugia: cacciato spacciatore e scippatore, l'altro era rientrato e girava in centro

Due tunisini, un quarantenne e un 61enne, rintracciati durante alcuni servizi straordinari di controllo del Territorio disposti dal Questore Francesco Messina, stati rimpatriati in queste ore dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione

Continua l'opera di espulsione di clandestini o stranieri considerati pericolosi per via dei precedenti e dei reati commessi dal loro arrivo a perugia.  Due tunisini, un quarantenne e un 61enne, rintracciati durante alcuni servizi straordinari di controllo del Territorio disposti dal Questore Francesco Messina, stati rimpatriati in queste ore dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione,

Il primo non ha mai avuto un permesso di soggiorno in Italia e, dal 2009, ha sempre vissuto qui clandestinamente e del provento dei crimini compiuti. Ha commesso gravi reati, spaccio di stupefacenti, furti in abitazione, scippi, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale alternati a frequenti e lunghi periodi di detenzione in Carcere. Il suo rintraccio è avvenuto, qualche giorno fa, ad opera di una pattuglia della Polizia Stradale:a stava maneggiando una macchina fotografica che aveva rubato poco prima ad alcune turisti. Rimpratriato per direttissima a Tunisì.

Il secondo espulso ha, invece, un profilo molto diverso; per anni ha soggiornato legittimamente in città ed ha beneficiato di un permesso di soggiorno di lunga durata, unitamente al proprio nucleo familiare. Due anni fa è stato rimpatriato dopo che gli è stato revocato il titolo autorizzatorio a soggiornare in Italia e gli è stata imposta l’espulsione per pericolosità sociale. In poco tempo aveva avuto più denunce e condanne per violenza in famiglia, specie nei confronti della moglie, culminate addirittura con il tentato omicidio del cognato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo molti mesi di assenza, ieri, un equipaggio impegnato nei controlli in atto nel Centro Storico, lo ha rintracciato mentre camminava a piedi in piazza San Francesco Al Prato. Dopo l’arresto per rientro illegale sul territorio nazionale, stamattina è stato processato e rimesso in libertà per essere immediatamente Espulso. E’ in viaggio verso la Tunisia, con due agenti di scorta a bordo dell’aereo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento