Fermato per un normale controllo, 54enne finisce in manette: scovati oltre due chili di hashish

L'uomo è stato arrestato a Perugia con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Fermato per un normale controllo dai carabinieri di Perugia, è finito dritto in carcere con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di un 54enne di origini persiane, fermato nei pressi del centro storico cittadino due giorni fa: i militari hanno rinvenuto addosso all'uomo alcuni grammi di hashish, a quel punto i carabinieri hanno provveduto ad estendere un controllo più appronfondito all'interno della sua abitazione. Ed è così che sono saltati fuori quasi due chili e mezzo della stessa sostanza, pronta per essere immessa nel mercato dello spaccio. I carabinieri lo hanno tratto in arresto e spedito al carcere di Capanne, dove è in attesa della convalida che si terrà domani mattina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Coronavirus, bollettino Umbria del 5 aprile: su 550 tamponi 29 contagiati, 300 tra guariti e quelli senza più sintomi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento