La fidanzata abbandonata lo denuncia per possesso di anabolizzanti, condannato

L'uomo è stato giudicato con il rito abbreviato per la ricettazione di farmaci proibiti

Denunciato dalla ex per ricettazione di anabolizzanti, finisce condannato ad un anno di reclusione (con pena sospesa).

L’amore e la collaborazione lavorativa era finita nel peggiore dei modi, con liti e ripicche. Tra le tante denunce, tra cui l’appropriazione di computer e una moto, c’era anche quella per l’utilizzo di medicinali che abbinati alla palestra trasformano il fisico. A corredo della denuncia anche una serie di foto prescrizioni mediche e di scatole di farmaci che l’uomo avrebbe acquistati all’estero attraverso internet.

Così un perugino è finito sotto processo per la mancata divisione di alcuni beni con la ex compagna (per questo reato, però, dopo la restituzione dei beni è stato assolto) e per uno strano utilizzo di anabolizzanti per un fisico da competizione.

L’uomo, difeso dagli avvocati Stefano Bagianti e Paolo Fantusati (in udienza Michele Rotunno), era accusato di aver comperato, utilizzato e smerciato una lunga serie di prodotti farmacologici e anabolizzanti non in vendita in Italia ed espressamente vietati dalle leggi.

Con il rito abbreviato l’uomo è stato condannato ad 1 anno con pena sospesa. La ex si era costituita parte civili tramite l’avvocato Alessandro Scarongella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento