Muore dopo la dieta choc: 14 giorni di digiuno per curare la sclerosi multipla. La famiglia contro il medico

L'autopsia verificherà se c'è stata una correlazione tra l'improvviso decesso e la terapia (alternativa) prescritta da un centro di cura a Perugia. Il perito di parte: "Metodo scientifico validato". La cura prevedeva anche un ciclo di agopuntura

Un viaggio della speranza, dalla Sardegna a Perugia, per cercare di arginare gli effetti devastanti della sclerosi multitpla. Nonostante le cure "ufficiali" prescritte dal neurologo, la donna aveva comunque deciso di provare ad affidarsi a uno dei maggiori esperti di medicina alternativa di Perugia, il quale l'aveva sottoposta ad un regime di digiuno- terapia - secondo gli standard del medico descritti sul suo sito internet.  

Si tratterebbe di 14 giorni giorni di digiuno, bevendo solo liquido. Il tutto, insieme ad un ciclo di agopuntura. Le due tecniche avevano lo scopo di allievare il dolore e al contempo depurare l'organismo dalle tossine. Non solo. Il medico è convinto che con la digiuno terapia ci possa essere un miglioramento fisico, a tal punto da riprendere una certa autonomia motoria che invece era stata compromessa dalla malattia. 

Dieta "choc" e digiuno estremo, solo acqua per venti giorni: donna muore a 57 anni

La paziente secondo quanto appurato, non si sarebbe rivolta al medico per una dieta dimagrante, ma proprio per cercare di allievare le devastanti conseguenze della sclerosi multipla. la paziente di 57 anni, prima di sottoposri al digiuno estremo, pesava circa sessanta chili (quindi un peso non ecessivo tale da indurla a una dieta dimagrante forzata) quindi il medico avrebbe applicato un protocollo giàù sperimentato all'interno della sua clinica. Secondo il perito di parte del medico - ascoltato da Perugiatoday - si tratterebbe di un metodo scientifico validato. Ora bisogna capire se il quadro clinico della donna, fortemente compromesso dalla patologia, fosse compatibile con un digiuno di 14 giorni che inevitabilmente toglie energie a qualsiasi corpo, e che le avrebbe fatto anche perdere una decina di chili.

Fondamentali saranno gli esami dell'autopsia sul corpo della donna (che verranno effetuati sabato) per stabilire le cause del decesso e per capire se esista o meno una correlazione fra la morte improvvisa della 57enne e il digiugno estremo a cui il suo corpo era stato sottoposto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Tragedia a Perugia, precipita dal palazzo e muore: sul posto la polizia

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

  • La fortuna bacia l'Umbria, pensionato gioca 2 euro e ne vince 260mila

Torna su
PerugiaToday è in caricamento