Incendio Deruta, denunciato 70enne: aveva lasciato barbecue acceso

I carabinieri, in merito al vasto incendio di Deruta hanno denunciato un 70enne che dopo aver usato il barbecue aveva lasciato la brace accesa

Già dall’inizio delle operazioni di spegnimento del grosso incendio divampato domenica scorsa a Deruta, erano stati avviati gli accertamenti per individuare l’origine del rogo, indagini che hanno permesso ai Carabinieri della Stazione locale di appurare che il tutto era partito dalla poca cautela adottata da un pensionato 70enne nell’utilizzo di un barbecue a legna.

L’uomo, dopo aver usato il barbecue, non spegneva la brace rimasta, la quale a causa del forte vento appiccava le fiamme alla vegetazione secca, che poi però non  riuscivano ad essere domate dall’anziano. Per l’uomo è scattata la denuncia in stato di libertà per incendio boschivo.

Anche i carabinieri di Todi sono stati impegnati nelle operazioni connesse allo spegnimento dell’incendio che si era sviluppato nella tarda mattinata in Deruta e che aveva visto interessata anche la strada SS 3 bis E/45.

In particolare i mlitari tuderti, unitamente a personale della Polizia Stradale di Perugia, del Corpo Forestale  e dei Vigili del Fuoco, sono stati interessati al contenimento dell’incendio che, sviluppatosi in un terreno adiacente la SS E/45, si era poi esteso alla banchina della predetta arteria, generando non pochi problemi alla circolazione stradale, sia a causa delle fiamme nella carreggiata, che soprattutto alla presenza di fumo.

Per tale motivo, le operazioni di spegnimento rendevano necessaria la chiusura della strada dalle ore 16 alle ore 18 circa, senza però creare ripercussioni notevoli alla circolazione stradale.

Una volta messa in sicurezza la strada, le operazioni di spegnimento venivano rivolte alla zona boschiva  e coltivata che era stata attaccata dalle fiamme, che a causa del forte vento che imperversava sulla zona, si stava propagando velocemente in direzione del comune di Bettona.

In particolare si rendeva necessario anche l’evacuazione cautelativa di due abitazioni che si trovavano sulla strada  del fronte dell’incendio, che però non subivano danni. L’impegno continuativo di personale consentiva di spegnere l’incendio solo nella mattinata di lunedì, accertando che erano andati in fumo ben 20 ettari di bosco e campi coltivati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento