Neve, comincia la conta dei danni: in tilt 1500 contatori dell'acqua

L'ondata di maltempo abbattutasi sull'Umbria in questi giorni di febbraio ha portato alla rottura di almeno 1500 contatori dell'acqua e a 4500 richieste di intervento ad Umbra Acque

Le eccezionali condizioni di freddo e gelo ancora in atto in questi giorni di febbraio, anche sul fronte del servizio idrico stanno provocando diffusi e persistenti disagi sia per le numerose rotture di contatori.

Infatti sono almeno 1500 negli ultimi 10 giorni, i contatori andati in tilt, oltre alle interruzioni e/o diminuzioni del servizio di approvvigionamento dell'acqua.

In questo scenario polare, Umbra Acque ha potenziato i suoi servizi operativi, fornendo supporto, nel periodo da Venerdì 3 febbraio a domenica 12 febbraio a più di 4500 richieste di intervento.

Il tutto con squadre operative di pronto intervento (oltre 100 persone giornalmente impegnate nei territori con turni anche di 24 ore) servizio integrativo con autobotti, collegamenti costanti con gli altri enti preposti alla gestione delle emergenze (Protezione Civile , Comitato Coordinamento Soccorsi presso la Prefettura ecc.).

L'aziende comunque,  invita la clientela a proteggere adeguatamente i contatori ed i tratti di tubature esposte alle intemperie per evitarne il congelamento e scongiurare conseguenti sprechi di acqua. Non rientrano invece nelle attività dell’Azienda interventi sugli impianti e condotte privati a valle dei contatori, per i quali occorre rivolgersi a ditte specializzate.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento