Una chiamata da un numero fantasma per spillare denaro, scoppia il caso dell'insolita truffa telefonica

Dopo la truffa dello specchietto arriva quella del danno all'auto parcheggiata

Si profila una nuova truffa telefonica dalle modalità ancora inedite. Una chiamata da un numero fantasma cerca di spillarti quattrini. Non bastava il trucco dello specchietto, e nemmeno quello del finto incidente con richiesta di soldi (da parte di un sedicente avvocato) per liberare dalla gattabuia qualche familiare.

Ai nastri di partenza una nuova frode telefonica. Questa la dinamica. Si riceve una telefonata in cui una voce di donna dice di contattarti per un foglietto da te lasciato sotto il tergicristallo della sua auto. Avrebbe da lì tratto il tuo numero di cellulare. Si tratterebbe di un danno di poco conto, rimediabile con poco.

L’anonima pseudo-danneggiata prosegue, imperterrita, la lezioncina, malgrado i tuoi tentativi di inserirti. Capisci così che si tratta di una registrazione che procede dritta allo scopo: quello di transare con una somma modesta, a compensazione del danno (asseritamente) inferto alla fiancata di una vettura in sosta.

Forse c’è chi ci casca. Il primo consiglio è quello di non rispondere a numeri velati, indicati col termine “sconosciuto”. Provengono spesso da server posizionati in Paesi dell’est europeo. E c’è di mezzo l’imbroglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando poi alla voce registrata (da una donna che parla un perfetto italiano, con accento milanese) subentra quella di una persona che si esprime in un italiano zoppicante, ecco il consiglio. Ditele chiaramente di chi è figlia. Sembra che, anche da quelle parti, capiscano perfettamente il turpiloquio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento