Giunta Romizi, il super-conservatore De Vincenzi sbatte la porta: "Ripropongono il deja vu di Boccali"

Motivo del contendere? I mini-dirigenti del Comune che l'amministrazione si appresta a riconfermare come formula per portare a compimento la seconda parte del mandato del sindaco. Ma al consigliere del misto non piace e rievoca Boccali

Il conservatore e cattolico consigliere comunale di Sergio De Vincenzi - eletto in Ncd ma velocissimo nell'andare al gruppo misto una volta ottenuta la elezione a Palazzio dei Priori - ha di fatto aperto una mini-crisi nella maggioranza di centrodestra più liste civiche candidandosi ad essere il primo a togliere l'appoggio all'amministrazione Romizi.

Stavolta i matrimoni gay, le insegue hot di alcuni sexy shop o le discussioni sulle famiglie arcobaleno - suoi cavalli di battaglia - non c'entrano niente: la rottura si sta consumando sulle figure intermedie della macchina comunale che operano tra dipendenti e dirigenti. Una formula che molte amministrazioni pubbliche hanno adottato per meglio coordinare i lavori esecutivi.

Per De Vincenzi questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso: "Una giunta autoreferenziale che non condivide le scelte con la maggioranza che apprende le notizie solo dai giornali, tornando anche indietro su questioni già affrontate e rimosse, come appunto quelle della mini dirigenza, è di fatto una giunta arrivata al capolinea. Se la Giunta Romizi non trova niente di meglio che riproporre il deja vu di Boccali, vuol dire proprio che il senso della misura è stato smarrito e, peggio ancora, il nuovo non è mai esistito". Parole e accuse durissime da cui difficilmente si potrà tornare indiestro.

"Nel 2014 ho accettato di candidarmi stufo di stare a guardare lo scempio fatto dalla sinistra ai danni di questa città.  Se le informazioni riportate dai giornali risponderanno al vero, non sarò disposto, dopo tanti rospi ingoiati, a guardare ulteriormente una finta giunta di cd-lc finire il lavoro con il mio beneplacito”. I cosiddetti mini-dirigenti sono prossimi ad essere varati dalla Giunta anche per garantire una stabilità al lavoro da portare avanti da qui alla fine della legislatura.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Valle dei fuochi umbra, il sospetto dei cittadini: "Perchè Enel bonifica tutto proprio adesso?"

  • Attualità

    Sanità, niente più file ai Cup: basta una telefonata per prenotare le visite e chiedere informazioni

  • Attualità

    Caccia in Umbria, la proposta del calendario 2018/2019: tutte le novità e le date

  • Attualità

    Scuola, in Umbria 900 docenti senza laurea rischiano il licenziamento in tronco

I più letti della settimana

  • L'Umbria fa scuola in tutta Italia: i bulletti sospesi vanno ad aiutare gli anziani soli

  • Legge 104, lo strano caso dell'Umbria: "Un dipendente regionale su 5 ne usufruisce, più della Sicilia"

  • Perugino in coma all'ospedale di Bangkok, l'appello della famiglia: "Aiutateci a riportarlo a casa"

  • Don Matteo 11, attesa per il gran finale di stagione: Terence Hill torna in Umbria

  • Tragedia in montagna, muore mentre cerca asparagi: inutili tutti i tentativi di soccorso

  • Bimba piccola muore per un' infezione, la famiglia chiede maxi risarcimento al medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento