Coronavirus, 1300 controlli della polizia locale a Gubbio: 22 segnalazioni alla Procura, in 30 rischiano il penale

Registrati quattro nuovi casi di contagio: due sono in isolamento, due ricoverati in ospedale

Quattro nuovi contagiati e una raffica di segnalazioni alla Procura. Come spiega il sindaco di Gubbio Stirati in una nota ufficiale "mi è pervenuta la comunicazione relativa a nuovi casi di coronavirus: si tratta di 4 casi positivi, 2 domiciliari e 2 con ricovero presso l’Ospedale di Città di Castello. Ci riferiamo a 3 persone anziane e ad una di mezza età".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: "Per quello che riguarda la nostra attività amministrativa sono proseguiti i controlli effettuati dalla Polizia Municipale, sono ormai 900 i controlli effettuati presso le attività commerciali e 400 nei confronti di cittadini con l’autocertificazione; 22 sono state le segnalazioni alla Procura della Repubblica, riguardanti anche minorenni. Ho già detto che bisogna fare attenzione alle ricadute di carattere penale che queste segnalazioni possono avere; di altre 30 situazioni sono in corso accertamenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento