Lo scempio di Natale, presepe vandalizzato: statue fatte cadere a terra e spostate

E' accaduto a Corciano. I vandali hanno spostato le statue a grandezza naturale, spostandole anche davanti all'ingresso di un bar

Foto Mauro Speziali gruppo Fb Se de Corciano se

Non danno pace neppure ai presepi. Brutto risveglio natalizio per i residenti del borgo di Corciano, dove nella notte ignoti hanno fatto visita allo storico presepe a grandezza naturale che anima le vie del borgo e realizzato da alcuni artigiani per omaggiare la Natività. Alcune delle bellissime statue di terracotta sono state rimosse dal loro posto e spostate fino all'ingresso di un bar, un'altra ancora, invece, è stata divelta a terra. Una "bravata" già denunciata sul gruppo di segnalazioni cittadine "Se' de Corciano se", dove sono state pubblicate anche le immagini del vile atto. 

Non è, purtroppo, il primo episodio che accade. L'anno scorso vandali avevano preso di mira il presepe di Gubbio, nel quartiere di San Martino, Qui i soliti ignoti avevano invaso di scritte blasfeme  le mura e i portoni delle vie del quartiere, le stesse che fanno da sfondo alla  ricostruzione a grandezza naturale della natività. Poi, ancora, sempre lo scorso dicembre, era toccato al presepe di Pantalla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è rabbia e indignazione per gesti di questo tenore, perchè ledono anche chi si prodiga affinchè l'intera comunità possa usufruire di un allestimento presepiale nel proprio paese, frutto di passione, amore e artigianalità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento