Cedimenti dalle antiche mura di Corciano: decretati i lavori urgenti per frenare i crolli

Assessore Francesco Mangano: una problematica innescata dalla presenza degli alberi. Non potevano aspettare oltre, per intervenire a tutela del nostro patrimonio storico-architettonico.

Il cedimento di alcune porzioni di muratura sulla cinta storica del borgo di Corciano, ha indotto il Comune ad intraprendere celermente lavori di somma urgenza a tutela del patrimonio storico-architettonico. “A seguito di un sopralluogo specifico – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Francesco Mangano - eseguito sul tratto di via Ballarini che va dal Torrione di Porta Santa Maria fino alla porzione prospiciente la Scuola Media ‘B. Bonfigli’ abbiamo constatato la presenza di una problematica da dover risolvere velocemente”. Il parziale avvallamento delle mura storiche, per una lunghezza complessiva di circa 25/30 metri presumibilmente, sottolinea ancora l’assessore “è stato innescato dalla presenza, sulla via che corre lungo le mura, di vari alberi, le cui radici nel corso del tempo hanno spinto gli elementi murari”. 

E’ noto che le radici, specie quelle di alberi ad alto fusto, cercano sempre di farsi spazio con ogni mezzo ed infatti, aggiunge ancora Mangano “in corrispondenza dell’apparato radicale degli alberi, zone specifiche delle mura risultano ‘infiltrate’ dai polloni i quali, avendo raggiunto una dimensione importante, sono riusciti a scalzare nel corso del tempo le pietre”. 

Da qui l’evidente “spanciamento” della muratura, che ha indotto l’amministrazione a transennare parte del parcheggio sottostante via Ballarini - della quale è stata parzialmente interdetta anche la viabilità - intraprendendo tutte le azioni per avviare le opere ritenute necessarie ed urgenti, consistenti nella demolizione della porzione di mura dissestate e nella sua successiva ricostruzione con i medesimi materiali recuperati, ovviamente per tutelarne la valenza storica, oltre all’abbattimento degli alberi responsabili del dissesto. L’investimento per l’intervento supera i 63mila euro (Iva compresa) e verrà finanziato con un avanzo di amministrazione risultante dal rendiconto dell’esercizio 2017. 

“Il tratto su cui stiamo lavorando – conclude l’assessore Mangano - risulta essere quello che non era stato interessato dalla manutenzione straordinaria delle porzioni storiche della cinta muraria effettuata negli Anni ’80. Ciò ha nel tempo prodotto il graduale disfacimento della malta che legava i diversi elementi di pietra e la disgregazione completa di quelli in arenaria. Non potevano davvero aspettare oltre”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inchiesta sanità, i pm chiedono i domiciliari per Barberini e l'associazione a delinquere per nove persone

  • Attualità

    Cura Onnis per l'ospedale di Perugia: "Nuovi medici di alto profilo, controlli anticorruzione e più integrazione con l'Università"

  • Attualità

    Umbria, il viaggio in treno e le notti in un albergo di Roma: la “fuga” di Silvana

  • Cronaca

    Il blitz: 136 chili di marijuana e 10mila euro in contanti, umbro di 45 anni arrestato

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • Bollette "salate" dell'acqua, Umbra Acque spiega tutto: "Basta equivoci: ecco cosa sta accadendo"

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • Tragedia in via Imbriani, 45enne muore dopo un volo dal balcone

Torna su
PerugiaToday è in caricamento