Scattano i controlli nell'assisano, arrestato pericoloso straniero a Bastia

Controlli a tutto campo disposti dalla Compagnia di Assisi nel comprensorio, che hanno permesso di rintracciare un albanese del 76, clandestino, rientrato illegalmente in Italia

I carabinieri di Assisi, grazie alla segnalazione di un cittadino che aveva notato una Opel Corsa di colore bianco con targa straniera che era transita più volte nei pressi di un negozio di ottica di Bastia Umbra, sono intervenuti tempestivamente nella zona e hanno controllato il veicolo.

A bordo due albanesi, tutti e due gravati da numerosi precedenti, in particolare uno dei due, dopo gli accertamenti alla banca dati, era già stato espulso dall’Italia violando così la legge sugli stranieri che vieta il reingresso sul territorio italiano per un periodo di 10 anni dalla espulsione. Per tale motivo è stato tratto in arresto ed in seguito messo sul primo volo per Tirana per una nuova espulsione.

Altri mirati controlli sono stati eseguiti dai Carabinieri in tutta Assisi che hanno portato alla denuncia di un cittadino nigeriano che, alla vista dei Carabinieri, si era dato alla fuga mettendo anche a repentaglio l’incolumità di alcuni turisti. L’uomo, prontamente raggiunto e bloccato, aveva deciso di fuggire non perché fosse un ricercato od altro ma solo perché stava praticando commercio abusivo. I militari lo hanno deferito per resistenza a pubblico ufficiale e lo hanno sanzionato per vendita ambulante senza licenza.

Sempre i Carabinieri hanno denunciato un magrebino gravato da precedenti che, rintracciato nella Piazza del Comune di Assisi, non ha esibito il documento di identità ed il permesso di soggiorno.

Nella circostanza i Carabinieri hanno comminato una sanzione amministrativa anche ad un altro straniero magrebino gravato da numerosi precedenti: l’uomo, in compagnia dell’altro straniero privo di documenti,  era ubriaco seduto sui gradini di Piazza del Comune mentre consumava una birra e pertanto gli uomini dell’Arma lo hanno contravvenzionato per manifesta ubriachezza e per non aver rispettato l’ordinanza del Sindaco di Assisi che vieta di consumare bevande sui gradini di uffici pubblici o monumenti (ordinanza n. 8941 del 1° agosto 2001).

 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Scontro tra auto e camion sulla E45, automobilista salvo per miracolo: mezzo distrutto

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

  • Paura sul raccordo Perugia-Bettolle, anziano a piedi nella galleria tra San Faustino e Madonna Alta

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento