La massacra di botte e le spruzza in faccia spray urticante: condannato marito "terribile"

Prima beveva, poi sfogava la sua aggressività contro la moglie, tanto da arrivare a fratturarle il naso e a colpire con un fendente al volto "il rivale" che l'avrebbe importunata

La piaga dell'alcol e della violenza, insinuate come veleno all'interno delle mure domestiche. Si conoscono, si innamorano, ma presto la vita coniugale si trasforma in un inferno a causa dei comportamenti aggressivi di quell'uomo, un tunisino 38enne, nei confronti della propria moglie, un'italiana di 45 anni. Sarà la donna a sporgere denuncia per le angherie subite, tanto da arrivare a ricorrere alle cure del pronto soccorso per abrasioni da spray urticante, frattura delle ossa nasali e  ferita da taglio all'orecchio, con prognosi di tre, quaranta e dieci giorni. Il gup Lidia Brutti ha accolto questa mattina la richiesta di patteggiamento a un anno e otto mesi; nessuna pena sospesa in quanto l'imputato - difeso dagli avvocati Donatella Panzarola e Cristian Giorni - ha altri precedenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo l'accusa il marito, spesso in preda all'acol, avrebbe minacciato ed umiliato la compagna imponendole un regime di vita "improntanto al terrore, vessatorio, mortificante e insostenibile", "nell'averla esortata a lasciare l'abitazione per la paura di essere sottoposta ad atti di violenza". L'avrebbe aggredita e picchiata per strada, in prossimità di un pubblico esercizio, e in altre occasioni, colpita con calci e pugni in faccia e su tutto il corpo per "futili motivi". Nel mirino dell'uomo, anche un connazionale di 30 anni colpito da un coltello in faccia (prognosi di dieci giorni)  e colpevole - secondo l'imputato - di aver importunato la moglie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento