Inchiesta sanità - Libertà e giudizio immediato per Bocci, Duca e Valorosi

Il gip Valerio D'Andria ha firmato la richiesta della Procura per il processo immediato e ha scarcerato i tre indagati ai domiciliari dal 12 aprile

Giudizio immediato per Gianpiero Bocci, Emilio Duca e Maurizio Valorosi. Il gip Valerio D’Andria ha accolto la richiesta avanzata dalla Procura perugina di processare immediatamente i tre indagati nell’inchiesta sui concorsi nella sanità regionale. 

Inchiesta sanità, indagato il primario di Otorinolaringoiatria

Il gip ha anche firmato per la remissione in libertà dell’ex sottosegretario agli Interni, dell’ex dg dell’ospedale e del direttore amministrativo, agli arresti domiciliari dal 12 aprile scorso. I tre indagati sono difesi dagli avvocati David Brunelli, Francesco Falcinelli e Francesco Crisi. 

In aula il 22 ottobre davanti ai giudici in formazione collegiale.

Inchiesta Sanità, i giudici del Riesame: "Faleburle non ha tentato di corrompere Duca". Annullata l'interdittiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Mantignana, donna trovata morta in un appartamento: le indagini dei carabinieri

  • Umbria Jazz 2020, tutto il programma dell'Arena Santa Giuliana: ecco i big in concerto a Perugia

  • A Città di Castello apre il ristorante-pizzeria Food Art: mangi e leggi libri e fumetti

  • Incidente a Castiglione del lago, auto finisce fuori strada e si ribalta: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento