"Ritirate quei libri pro gender dalle scuole di Perugia", il Comune dice no

Omphalos esulta: "Non siamo nel Medioevo, basta con queste crociate da inquisizione"

E la commissione Cultura del Comune di Perugia dice no. È stato bocciato con 7 voti contrari, 5 a favore e 2 astenuti l’ordine del giorno dei consiglieri Pittola e De Vincenzi, che chiedeva il ritiro dei libricini per l’infanzia diffusi presso le scuole del territorio comunale che trattano della questione di genere e delle diverse tipologie di famiglia. Nella seduta della commissione hanno votato contro la proposta di ritiro i consiglieri del PD Bori, Mori, Mirabassi e Bistocchi, il consigliere del M5S Giaffreda e i consiglieri di FI Perari e Sorcini.

“Richiesta faziosa e totalmente fuori luogo quella di De Vincenzi – commenta Patrizia Stefani, co-presidente di Omphalos Arcigay Arcilesbica – che dimostra ancora una volta come certi personaggi e partiti politici non hanno per niente a cuore il benessere e l’integrazione della nostra società, ma solo l’imposizione della loro verità e la salvaguardia di una società basata sull’odio per tutto ciò che è diverso dal modello prevalente. Mentre in tutta Italia si susseguono eventi drammatici di adolescenti che si tolgono la vita perché non riescono a sopportare il peso di una società che non li accetta, c’è ancora chi tenta di bloccare l’educazione al rispetto e alla diversità nelle scuole con argomentazioni da crociata medioevale”.

“Cosa c'è davvero in questi libri che i comitati "Difendiamo i nostri figli" vorrebbero bruciare in un rogo virtuale? Né più né meno che il mondo reale – sottolineano da Omphalos  - . Attraverso storie di animali umanizzati, principesse, eroi furbi o eroi sognatori, personaggi in carne ed ossa, ciò che si narra è una società dove si nasce da una mamma e da un papà, ma anche da due mamme, si è figli adottati o in affido, si è bimbi sani o disabili, si è italiani o migranti, si è maschi, femmine, ma in fondo si è come si vuole”.

“Dopo la bocciatura in Regione – conclude il co-presidente di Omphalos Emidio Albertini – il consigliere De Vincenzi ha tentato la strada del Comune di Perugia dove siede in maggioranza, ma la sua crociata da santa inquisizione è stata bocciata dai suoi stessi compagni di partito. Ancora una volta la favola della “teoria del gender” si è dimostrata per quello che è, cioè una mistificazione creata ad hoc dalle associazioni ultra cattoliche per combattere il processo d’uguaglianza delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Suggeriamo al consigliere di iniziare ad occuparsi di temi e problemi reali del nostro territorio e non di leggende metropolitane utilizzate per creare paura e accrescere le discriminazioni verso omosessuali e transessuali”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Bravi ,io vorrei capire che male fa chi vive la propria vita alla luce del sole. Io più che di quei libri, avessi un bambino , avrei più paura di tutti questi finti ben pensanti

    • Non se ne può più di questo razzismo verso gli eterosessuali e la famiglia tradizionale. Abbiate perlomeno la decenza di lasciar fuori i bambini dai vostri gay pride.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragico incidente sul lavoro, muore a 42 anni travolto da un camion

  • Cronaca

    Fiumi di cocaina, tra i "clienti" anche casalinghe e imprenditori: smantellato giro di spaccio, presi 4 pusher

  • Attualità

    Il presepe a scuola: ci sono tutti i popoli del mondo ... ma non c'è traccia di Maria, Giuseppe e il Bambinello

  • Cronaca

    Marsciano: tragedia in casa, trovato cadavere

I più letti della settimana

  • Autobus con rimorchio fermato lungo la E45: scatta maxi multa sopra i 4mila euro

  • L'appello su Facebook: "Elena è grave, ha bisogno di trasfusioni continue", come aiutarla

  • Stop al traffico per due giorni a settimana a Perugia e Ponte San Giovanni: le date e gli orari

  • Tragico incidente, investito da un autocarro lungo la strada: muore 30enne

  • Non si fermano all'alt e speronano l'auto della polizia, è caccia alla banda

  • Università di Perugia ai vertici in Italia, super nomina per il professor Paolo Gresele

Torna su
PerugiaToday è in caricamento