Il curioso caso del Comune di Perugia e del patrocinio alle teorie complottiste