Perugia città cardio-protetta: nuovo defibrillatore per salvare vite

"Cinque minuti possono fare la differenza per rianimare una vita umana ed evitare che possa avere conseguenze permanenti". A dirlo il dottor Adriano Bruni, durante l’inaugurazione di una nuova colonnina salvavita, che si è tenuta sabato 18 febbraio, al cva La Piramide di Madonna Alta a Perugia. La cerimonia di inaugurazione rientra nell’ambito del “Progetto cuore, progetto vita”, partito nel 2015 e voluto dal consigliere comunale Carmine Camicia, che ha annunciato la firma di un protocollo d’intesa tra il Comune di Perugia e le associazioni di condomini ed inquilini per estendere l’iniziativa. "È importante formarsi ed essere in grado di rianimare una persona che sta male – ha spiegato il consigliere Camicia -, perché purtroppo in questi casi il tempo è tiranno e aspettare l’arrivo dell’ambulanza può essere fatale".

Alla consegna del defibrillatore erano presenti anche l’assessore comunale allo sport, Emanuele Prisco, i consiglieri Armando Fronduti (Forza Italia) e Piero Sorcini (Fratelli d'Italia), il dirigente Ugo Maria Bonifacio, gli Angeli del cuore e gli operatori dell’Hands for life che hanno simulato un intervento di soccorso. A breve, prossima inaugurazione a Ferro di Cavallo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento