Foto choc e presunti abusi su due bimbe piccole: il commerciante esce dal carcere

Concessi gli arresti domiciliari al commerciante 60enne finito in carcere con l'accusa di aver molestato due bimbe di 8 e 5 anni

I giudici del tribunale del Riesame di Perugia, in parziale accoglimento della difesa, hanno concesso gli arresti domiciliari al commerciante di Bastia Umbra finito in carcere con l'accusa di abusi su due minori. Dopo l’interrogatorio di garanzia dinanzi al giudice in cui aveva cercato di chiarire la sua posizione, l'indagato ha fatto ricorso al Riesame (per tramite dei suoi legali, gli avvocati Francesco Falcinelli e Andrea Ponti) chiedendo il ritorno in libertà o – in subordine – una misura meno afflittiva. 

Il commerciante di Bastia, arrestato nelle settimane scorse, ha sempre respinto ogni addebito. Sia per le molestie sulle due bambine, che della visione del materiale pedopornografico ritrovato nei supporti informatici a lui in uso. La drammatica vicenda ha preso piede dopo la denuncia sporta dalla moglie dell’uomo che lo avrebbe colto in atteggiamenti “scioccanti” nei confronti di una bimba di appena 8 anni. Fino a un altro, inquietante, episodio risalente ad aprile di quest’anno nei confronti di una piccola di 5 anni. In queste ore è arrivata la decisione. Le motivazioni saranno note tra 15 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento