Clienti "rovinati" dalla commercialista infedele, così si sarebbe intascata i soldi da versare al Fisco: a processo

La commercialista è finita a processo per appropriazione indebita. Diversi i clienti che avrebbero denunciato mancati versamenti al Fisco da parte della professionista

Appropriazione indebita. E' questa l'accusa rivolta a una commercialista dell'assisano finita a processo dopo le varie denunce sporte dai clienti, titolari di aziende o lavoratori che si erano affidati alla professionista per pagare Imps o  somme dovute all'Erario. Soldi questi, che secondo l'accusa non sarebbero stati versati , per un importo complessivo di oltre 68mila euro. Ma ad essere spariti sarebbero stati anche i documenti contabili degli stessi clienti "raggirati".

La commercialista curava gli adempimenti fiscali di alcune aziende del territorio; i clienti, tramite assegni o contanti, si sarebbero affidati a lei per tutti i pagamenti dovuti agli enti previdenziali o allo Stato, fino a che qualcuno si sarebbe accorto di qualche magagna nel proprio cassetto fiscale. "Avevo un rapporto di fiducia che durava da almeno dieci anni - racconta dinanzi al giudice Annarita Cataldo un testimone ed ex cliente dell'imputata.

Rapporto di fiducia venuto a mancare quando l'uomo, che ha una piccola impresa nel settore idraulico, si vede recapitare una raccomandata per omesso versamanto dell'Iva per un importo di circa 9mila euro più interessi. "Ho provato a contattarla, a chiedere spiegazioni. Ma lei era sparita" - prosegue il racconto del testimone, che a causa di quel mancato pagamento, alla fine ha dovuto sborsare circa 13mila euro. A sedere al banco dei testimoni, anche il titolare di una agenzia. "Eravamo amici di famiglia, mi ha visto crescere. Tutto è andato bene fino a qualche anno fa, quando mi sono accorto che nel mio cassetto fiscale mancavano importi per F24 non pagati". 

In un altro caso si sarebbe appropriata, secondo il capo d'imputazione formulato dal pm Michele Adragna, di 38mila euro che la titolare di una ditta avrebbe dato alla commercialista per i versamenti al fisco. Anche la documentazione amministrativo - contabile richiesta poi dai clienti, non sarebbe mai tornata indietro, nonostante le richieste di restituzione. Ma non è l'unico procedimento pendente a carico dell'imputata. Dopo l'ascolto dei testimoni il giudice ha rinviato l'udienza per il proseguo dell'istruttoria all'8 giugno. Gli avvocati di parte civile sono, tra gli altri: Delfo Berretti, Marco Gentili e Ciancaleoni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • Anziana morta, il figlio l'ha vegliata per 16 giorni

  • Maltempo, decine di interventi dopo il temporale della notte: le zone più colpite

Torna su
PerugiaToday è in caricamento