Città di Castello, incendio in un'abitazione: salvato un anziano solo e non auto-sufficiente

Sono stati i Carabinieri ad accorgersi di uno strano fumo che saliva da un'abitazione a pochi metri dalla Caserma. Immediato l'intervento che ha salvato l'uomo da un quasi certo avvelenamento da monossido di carbonio

Poteva morire avvelenato da monossido di carbonio a causa di un incendio che si era sprigionato nella sua abitazione, ma un uomo di 87 anni è stato salvato dai Carabinieri che si erano accorti della presenza di fumo a poche decine di metri dalla Caserma di Città di Castello.

I militari si sono precipitati sul posto, insieme ad altri colleghi che si trovavano negli uffici, rendendosi immediatamente conto che il principio d’incendio si stava propagando da una canna fumaria. All’interno dell’abitazione, già completamente invasa da un denso fumo, vi era il proprietario, un anziano di 87 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza perdere un istante i Carabinieri hanno prelevato di peso l’uomo che si trovava nel proprio letto, con evidenti difficoltà motorie, e lo hanno trasportato all’esterno. Pochi minuti dopo sul posto è giunta una squadra dei Vigili del Fuoco che ha provveduto allo spegnimento delle fiamme ed alla messa in sicurezza della canna fumaria e dell’appartamento. L'anziano è stato ricoverato ma non ha riportato nessuna conseguenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento