Truffa un cliente, documenti falsi per ingannare il giudice: imprenditrice denunciata

L'impianto fotovoltaico pagato e mai realizzato, poi i documenti falsi per trarre in inganno il giudice della Corte d'Appello

L'impianto fotovoltaico (pagato) che non c'è. E documenti finti per tentare di ingannare il giudice. I Carabinieri della Compagnia di Sansepolcro hanno denunciato un’imprenditrice del settore di energia rinnovabile, una 40enne tifernate, per truffa. La donna, secondo le indagini dei carabinieri, non ha rispettato il contratto stipulato con un cliente della Valtiberina per la fornitura di impianto fotovoltaico. Un danno da 76mila euro.

E non è finita qui. La donna, sempre secondo quanto accertato dai carabinieri di Sansepolcro, ha cercato di ingannare il giudice della Corte d'Appello di Perugia allegando all'istanza presentata per chiedere la sospensione della sentenza emessa dal Tribunale di Perugia documenti e visura falsi dell'impianto fotovoltaico mai consegnato. Denunciata per falsità in atti e uso di atti falsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento