Dopo anni di botte e umiliazioni... si fida degli agenti e denuncia il marito violento: allontanato 40enne

Una giovane donna ha passato anni da incubo per via del marito violento. Il giudice ha decretato il divieto di avvicinamento

Finalmente si è fidata di quei poliziotti che, in diverse occasioni, si erano occupate del suo caso. Ha avuto la forza, dopo anni di botte e umiliazioni, di denunciare il marito violento, spesso ubriaco. Contro di lui è scattata immediatamente una misura cautelare di divieto di avvicinamento alla moglie emessa dal GIP del Tribunale di Perugia. Dovrà ora cambiare vita - per evitare il prossimo passo: il carcere - un quarantenne italiano, residente a Città di Castello, accusato di essere responsabile di aggressioni fisiche e verbali, nonché di lesioni in danno della moglie convivente. Il 40enne oltre il divieto di avvicinamento  è stato anche denunciato anche per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali ed atti persecutori.

Potrebbe interessarti

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

I più letti della settimana

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

  • Maltempo in provincia di Perugia, alberi in fiamme, tante cadute, incendi boschivi: i comuni più colpiti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento