Chiude la figlia in una stanza e poi prova a violentare l'ex moglie nella camera da letto

E' nei guai un tifernate di 44 anni che è stato denunciato a piede libero per violenza sessuale. L'uomo avrebbe approfittato del ritorno a casa dell'ex moglie per recuperare alcuni vestiti

Avrebbe violentato l'ex moglie nella sua abitazione quando questa aveva accompagnato la figlia per recuperare alcuni vestiti. La denuncia per violenza sessuale (a piede libero) riguarda un tifernate di 43 anni dopo l'esposto presentato alla Polizia di Città di Castello. Dall'indagine è emerso che i due avevano convissuto una decina d'anni per poi lasciarsi a causa dei soprusi che avrebbe subito la donna (senza comunque mai denunciarli). 

L'uomo avrebbe chiuso la figlia nella camera, per poi violentare invece l'ex moglie nalla sua camera da letto. Ma la giovane è riuscita a liberarsi intervenendo in aiuto alla madre. La due donne sono quindi scappate e mentre si recavano in commissariato hanno incrociato una volante. Alla polizia hanno riferito quanto successo nell'abitazione e poi la donna e' stata condotta in ospedale dove è stata medicata per lesioni giudicate guaribili in cinque giorni. L'uomo, risultato già inquisito in passato, è stato subito identificato e denunciato a piede libero dal personale del commissariato dopo avere informato l'autorita' giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

Torna su
PerugiaToday è in caricamento