Fossato, la Faber chiude: i sindacati non ci stanno

La Multinazionale Franke ha deciso di chiudere lo stabilimento della Faber a Fossato di Vico, mettendo in difficoltà i 187 lavoratori e lavoratrici dell'azienda

Presidio Faber

Il direttivo della Camera del lavoro della Cgil di Perugia riunitoai il 25 gennaio esprime solidarietà e sostegno alla lotta dei lavoratori della Faber di Fossato di Vico che da diversi giorni, con la FIOM CGIL unitariamente alle altre organizzazioni sindacali, sono in lotta con lo sciopero ed il presidio dello stabilimento per contrastare la scelta della multinazionale Franke di chiudere il sito produttivo di Fossato.

Una scelta comunicata attraverso la stampa e che se venisse confermata colpirebbe in maniera pesante e drammatica 187 lavoratori e lavoratrici, dipendenti della stessa Azienda. Il tavolo della trattativa aperto ed il confronto deve essere finalizzato al mantenimento del sito produttivo e chiamare la multinazionale all’impegno di responsabilità sociale con il territorio.

E’ necessario che anche in questa vertenza le istituzioni dell’Umbria ad iniziare dalla Regione esercitino tutte forme di pressione ed azione affinché venga evitata questa ulteriore ferita al territorio. La volontà della multinazionale Franke è l’ennesimo atto che si riversa su un territorio, quello della fascia Appenninica, già duramente colpito da un processo di deindustrializzazione che coinvolge il settore edile, della ceramica e metalmeccanico, caratterizzato dalla chiusura di diverse aziende e dalla perdita  di posti di lavoro.

Il direttivo impegna la segreteria, ad iniziare dalla riunione del 27 gennaio presso la Camera del Lavoro di Gualdo Tadino tra le strutture ed i delegati del territorio alto Chiascio, nel farsi promotrice di costruire una azione di mobilitazione generale, che partendo dalla emergenza della realtà appenninica ponga alla attenzione delle istituzioni delle Associazioni Imprenditoriali la necessità di misure ed azioni per il lavoro e lo sviluppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

Torna su
PerugiaToday è in caricamento