Ceri di Gubbio sostituiti da salami, l'azienda: "Chiediamo scusa"

La Renzini, dopo il clamore mediatico e le minacce anche di vie legali, ha voluto precisare il motivo di quella foto. La spiegazione affidata alla pagina di Facebook

Aver sostituito i Ceri di Gubbio, durante la grande alzata che dà il via alla corsa, con dei salami è stata sì pubblicità, ma estremamente negativa. Tanto che l'azienda Renzini - Alta Norcineria è stata costretta ad inviare due righe per arginare il clima di rabbia e di amarezza che si è alimentato non solo a Gubbio ma in tutta l'Umbria essendo i Ceri il simbolo ufficiale della Regione.

In più il sindaco di Gubbio.Filippo Maria Stirati, ha annunciato di agire per le vie legali per danno di immagine e non solo. La Renzini non ha potuto fare altro che scusarsi:  "Il nostro staff è molto amareggiato e si scusa per aver urtato la sensibilità degli Eugubini. L’intenzione vera non era dissacratoria nei confronti di una celebrazione che amiamo profondamente, che apprezziamo e consideriamo un fiore all’occhiello della memoria umbra".

EDITORIALE - I ceri sostituiti da dei salami... un errore imperdonabile

"Come azienda umbra, siamo fortemente legati alla nostra regione, a tutto il suo territorio e ad ogni ricorrenza che ne esprima e ne valorizzi le tradizioni, il sapere e la storia. La comunicazione in questione non è una nostra campagna pubblicitaria, ma soltanto un post uscito su questa pagina Facebook il 14 maggio 2014 e che voleva in realtà essere un omaggio alla Festa dei Ceri, un modo “originale” di ricordare l’evento ai nostri amici, di comunicare come azienda la nostra vicinanza ed esprimere empatia verso la ricorrenza".

La Renzini ha subito provveduto a rimuovere il post ed ha ribadito: "Ci scusiamo ancora se vi abbiamo offeso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Coronavirus, bollettino Umbria del 5 aprile: su 550 tamponi 29 contagiati, 300 tra guariti e quelli senza più sintomi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento