Caos graduatorie, salta l'immissione in ruolo dei precari della scuola. In arrivo gli ispettori ministeriali

Aspiranti docenti infuriati sui social, c'è chi ha firmato il contratto la mattina e il pomeriggio se l'è visto annullato. Tutti riconvocati al 19 agosto. Intanto spuntano denunce per false autcertificazioni di laurea

Giovedì 8 agosto doveva essere il giorno della gioia per centinaia di precari della scuola, chiamati dall’Ufficio scolastico regionale per firmare il tanto agognato contratto di assunzione a tempo indeterminato.

Giornata di chiamate per le immissioni a ruolo, quindi, e per quelle delle graduatorie ad esaurimento. Qualcosa non è andato per il verso giusto ed è saltato tutto, gettando nello sconforto e nella preoccupazione tantissimi aspiranti docenti. E sui social scoppia il finimondo.

Secondo il racconto di tanti testimoni, sono state fatte le convocazioni pe rle immissioni in ruolo anche a fronte di graduatorie stilate con errori e anche sulla base di dichiarazioni false di alcuni aspiranti docenti.

Gli errori nella compilazione delle graduatorie sarebbero stati conosciuti dagli uffici competenti anche sulla base dei ricorsi di tanti docenti che hanno visto la loro posizione troppo in basso rispetto ai punti per insegnamento e formazione continua.

Così dopo una giornata intera passata negli uffici scolastici è stata presa improvvisamente la decisione di annullare le convocazioni e rinviare tutto a dopo il 22 agosto. Annullamento che riguarda che quei docenti che avevano firmato il contratto la mattina.

Adesso sarà necessario verificare di nuovo tutte le posizioni degli aspiranti e stilare la nuova graduatoria. Di sicuro c’è l’arrivo degli ispettori dal Ministero e una chiamata ai carabinieri, con tanto di denuncia per una autocertificazione di laurea falsa e una certificazione “104” con molti dubbi.

A sentire i docenti infuriati gli uffici responsabili delle graduatorie sarebbero praticamente vuoti con il personale in ferie.

Sui social è montata subito la rabbia, di chi ha visto “festeggiare con le lacrime agli occhi decine e decine di uomini e donne” per il sospirato ruolo nella scuola e poi mettersi a piangere per l’annullamento. Persone che pensavano di aver raggiunto un obiettivo e la sicurezza di un posto pubblico, invece tutto rinviato (nei casi più fortunati), annullato se le graduatorie dovessero portare a nuove sorprese nella nuova redazione.

Denunce, segnalazioni e l’augurio di gli ispettori facciano chiarezza costituiscono una buona parte dei messaggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto l’Ufficio scolastico pubblica “il calendario relativo alle convocazioni previste per il 19 agosto 2019 ai fini delle nomine in ruolo per la Scuola secondaria di primo e di secondo grado per l'a.s. 2019/2020, che viene ripubblicato nella sua interezza con le modifiche apportate”. 

LA PRECISAZIONE DEL MIUR Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento