Premiati gli eroi dell'Arma in servizio in Umbria: sventate truffe, salvate donne e anziani, scoperti clan

Il Comandante della Legione, Gen.B. Massimiliano Della Gala, ha consegnato le onorificenze nelle sale del comando regionale di Corso Cavour

Medaglie, riconoscimenti e tanti applausi per i Carabinieri dell'Umbria che nel corso della loro carriera si sono distinti per indagini importanti, salvataggi e la scoperta di truffe ai danni dello Stato.  Il Comandante della Legione, Gen.B. Massimiliano Della Gala, ha consegnato le onorificenze a 15 militari dell’Arma.

In particolare sono stati premiati con: Medaglia di Bronzo al Valor Civile 1 il Brigadiere Capo Francesco Davide D’AMELIO e l’Appuntato Scelto Giuseppe MAJA, che il 13 dicembre 2011, soccorsero una donna che in pieno inverno si era gettata nel Lago Trasimeno, traendola in salvo. Medaglia di Bronzo al Merito Civile 2 il Brigadiere Capo Alessandro LEONARDI, il Vice Brigadiere Gianluca BOCCARDI, l’Appuntato Scelto Marco FILESI e l’Appuntato Scelto Mario PALLESCHI, per aver soccorso, in data 24 marzo 2012, due persone anziane rimaste intrappolate
nelle proprie abitazione a causa di un violento incendio, riuscendo a trarle in salvo.

Diplomi di Medaglia Mauriziana, concessi dal Sig. Presidente della Repubblica agli Ufficiali e Sottufficiali che hanno compiuto “dieci lustri” di carriera militare, ad attestazione del lungo e meritevole servizio prestato nelle Forze Armate, il Colonnello Franco BARTOLINI, il Colonnello Francesco PELLICCIA, i Luogotenenti Luciano LAPPA, Sergio OLIVIERI, Francesco CACCETTA, Mauro LECCE e Donato FERRETTI.

Altri Encomi Semplici, che premiano atti speciali o meriti particolari che esaltino il prestigio del Corpo o dell’Ente di appartenenza: il Colonnello Giovanni FABI, Comandante Provinciale di Perugia, per aver organizzato e diretto complessa attività investigativa durante il precedente incarico di Comandante di Reparto Anticrimine del R.O.S., nei confronti di una associazione criminale finalizzata a favorire la permanenza illegale di extracomunitari sul territorio nazionale nonché alla commissione di altri reati, che si concludeva con l’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 8 soggetti, uno dei quali indagato inoltre per terrorismo internazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stesso riconoscimento al Maresciallo Maggiore Fabrizio BIONDINI, Comandante della Stazione di Narni, per aver partecipato, da ottobre 2013 a ottobre 2015, nel precedente incarico di addetto a Nucleo Antisofisticazione e Sanità, a complessa attività d’indagine che consentiva di disarticolare un sodalizio criminale dedito all’esecuzione di truffe ai danni del Servizio Sanitario, conclusasi con l’esecuzione di 17 misure cautelari ed il sequestro di 7,5 milioni di euro quale provento dell’attività illecita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento