Umbria, abbatte un cinghiale con una balestra durante il divieto di caccia: condannato

Con l'uso di un'arma impropria, la balestra, avrebbe ucciso un cinghiale in un periodo di divieto generale della caccia. Dovrà risarcire anche l'associazione A.n.p.a.n.a, parte civile nel processo

Uccise un cinghiale con un balestra, e per di più in un periodo di divieto dell'attività venatoria. Ed è per questo che un ciacciatore è stato condannato a sei mesi (pena sospesa) per aver violato le norme per la protezione della fauna selvatica e per essersi impossessato dell'animale, appartenente alla fauna selvatica di proprietà dello Stato. E' quanto stabilito oggi dal giudice del tribunale ternano nei confronti dell'imputato, un 40enne umbro, condannato anche a risarcire l'associazione animalista A.n.p.a.n.a, costiutitasi parte civile nel processo con l'avvocato Giuseppe De Lio (studio Marco Brusco), in prima linea anche nella difesa degli animali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il capo d'imputazione formulato dal pm Tullio Cicoria, il cacciatore (difeso dall'avvocato Massimo Minciarelli)  avrebbe abbattuto il cinghiale utilizzando un'arma impropria (la balestra, appunto), in un periodo di divieto generale per la caccia e con l'aggravante di aver commesso il fatto su animale appartanente alla fauna selvatica e quindi esposto alla pubblica fede. Il cacciatore, dopo i fatti accaduti nelle zone del ternano nell'aprile del 2016, è finito a processo con citazione diretta a giudizio e questa mattina il giudice ha accolto il patteggiamento a sei mesi condannandolo anche al risarcimento di 800 euro in favore della parte civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento