Spoleto, Polizia Provinciale denuncia bracconiere con armi illegali

L'uomo accusato di porto abusivo di armi, omessa custodia di armi e munizioni, detenzione di cartucce a palla non denunciate, e abbattimento di un merlo non nel periodo autorizzato

Polizia provincia di Perugia

Un cacciatore dello spoletino è stato  denunciato dalla Polizia Provinciale per porto abusivo di armi, omessa custodia di armi e munizioni, detenzione di cartucce a palla non denunciate, omessa denuncia di variazione del luogo di detenzione delle armi e per l'abbattimento di specie non consentite

Nei giorni scorsi, in localita Roselli del comune di Spoleto, durante un controllo, gli agenti della Provinciale accertavano che un cacciatore praticava attività venatoria senza la necessaria documentazione. L’uomo aveva anche abbattuto un volatile della specie merlo, la cui caccia in questo periodo non è consentita. Durante il controllo, al cacciatore è stata chiesta la licenza che, secondo  il soggetto, si trovava all'interno di una rimessa di sua proprietà. Arrivati sul posto, gli agenti della Polizia Provinciale hanno potuto accertare che nella rimessa erano riposti 2 fucili la cui custodia era indicata in luogo diverso. Inoltre, il cacciatore deteneva delle cartucce a palla unica non denunciate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

Torna su
PerugiaToday è in caricamento