Bruciata dall'ex nella sua abitazione, la versione dell'indagato non regge: niente libertà

Lentamente migliora il quadro clinico di Alessandra, la 40enne "bruciata" per gelosia dall'ex nella sua villetta tra Gualdo e Nocera Umbra. Le ferite riguardano il 12 per cento del corpo e la sedazione - per arginare il dolore - è sempre più blanda fino ad arrivare ad un risveglio totale. Non è in pericolo di vita ma la prognosi, date le ferite, è ancora riservata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si trova all'ospedale di Genova al centro grandi ustionati "protetta" dalla propria famiglia che, in queste ore, ha dovuto anche subire gli articoli di stampa sulla versione choc data agli inquirenti dall'ex fidanzato. Lui si dice vittima della donna stessa e di non aver dato fuoco a lei e alla casa. Ma un liquido infiammabile - presente in casa per le pulizie - durante la lite sarebbe finito vicino ad una stufetta e da lì la tragedia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento