Bomba da mortaio inesplosa ritrovata in un campo, carabinieri e artificieri sul posto

I militari, dopo essersi precipitati sul posto, hanno provveduto a delimitare l'area e ad interessare gli artificieri per la rimozione

Un ordigno bellico, con molta probabilità risalente al secondo conflitto mondiale, è stato scoperto questa mattina in un campo in zona San Martino, nel comune di Città di Castello. Dai primi accertamenti sembrerebbe si tratti di una bomba da mortaio, lunga circa trenta centimentri.

L'ordigno è stato ritrovato nei pressi di un torrente da un cittadino, che ha allertato i carabinieri della compagnia di Città di Castello. I militari, dopo essersi precipitati sul posto, hanno provveduto a delimitare l'area e ad interessare gli artificieri per la rimozione. Una zona questa, già soggetta in passato  a rinvenimenti di questo tipo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Umbria Jazz 2020, tutto il programma dell'Arena Santa Giuliana: ecco i big in concerto a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento